Lo smoking: regole e consigli su come indossarlo

Da fine Ottocento è l’emblema dell’eleganza maschile e ancora oggi lo smoking conserva tutto il suo fascino. Capo ricercato e sofisticato, è l’abito per le occasioni più formali e si indossa solo quando l’invito lo richiede espressamente. Se non avete uno smoking nel vostro guardaroba, rimediate al più presto e leggete queste poche e semplici regole.

La prima e la più importante cosa da sapere su questo capo di abbigliamento è che è un abito da uomo da sera, quindi è assolutamente vietato indossarlo prima delle 18. Non si indossa in tutte le occasioni ma solo quando il black tie è richiesto. Per la giacca dello smoking i colori più gettonati sono il nero e il blu scuro e solitamente è monopetto.
Nel caso di blazer, meglio con un bottone solo. I revers della giacca devono essere in seta, a lancia o a scialle. Sui pantaloni è vietato il risvolto, la gamba leggermente stretta ha una lunghezza che sfiora la tomaia della scarpa e devono essere sempre in tinta con la giacca. La cucitura esterna della gamba è coperta da una banda di seta e il punto vita deve essere coperto dalla fusciacca, chiamata cummerbund, dello stesso tessuto, plissettato, dell’abito, oppure dal panciotto.

La camicia è rigorosamente bianca, liscia o plissettata con i polsini doppi per i gemelli e i bottoni in madreperla. Per completare il tutto non devono mancare il papillon, rigorosamente nero e da allacciare in modo classico a mano, e le scarpe “pump” nere modello Oxford di vernice, da indossare con calze nere di lana leggera o di seta, lunghe al ginocchio.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Iscriviti
Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.
Non condividiamo i tuoi dati personali con nessuno.