Fausto Di Pino indossa l'abito da sposo Cleofe Finati

Fausto Di Pino, modello delle collezioni Cleofe Finati, indossa l’abito da sposo della Luxury Collection a firma Cleofe Finati.

“Tra sogno e realtà” è questo il tema della collezione a firma Cleofe Finati Cerimonia 2017 che esprime con garbo e gusto un mondo incantato governato da figure esoteriche che si dissolvono nelle trame seriche dei tessuti. É Morfeo che ci conduce verso un mondo delle meraviglie, cullando lo spirito e la mente, in un sogno dove preziosi mosaici rivelano giardini magici incantati abitati da scarabei.
Il tessuto è denso e l’opaco è superato per lasciare il posto all’enfasi della lucentezza serica.
Innovazione e tradizione rielaborano i canoni estetici di marsina classica da cerimonia creando un modello di grande impatto. Il fronte giacca da sposo è a monopetto con collo alla coreana impreziosito da una lunga fila di quindici bottoni, osserviamo il fondo irrigidito che aprendosi in maniera netta e incisiva modella e slancia la figura.
Il giro manica è alto con spalla rovesciata e la manica è asciutta con felsino aperto dal quale si scorgono i gemelli. Osserviamo i tagli verticali che disegnano e scolpiscono la schiena donando un senso di verticalità che slancia e proporziona la figura. I due tagli centrali sottolineati da due bottoni sul punto vita, divengono faldoni con abbottonatura nascosta donando enfasi e movimento alla camminata.
Osserviamo ora il tessuto di giacca da sposo e pantalone, un broccato 100% seta grigio rock solcato da fantasie tono su tono enfatizzate da un raso 100% seta dello stesso grigio su interno collo, paramontura, interno polsi, tasche a patta e taschino. Osserviamo più attentamente la texture di giacca da sposo e pantalone e scopriamo i nuovi disegni jacquard nati nella nostra fucina per la collezione 2017, a firma Cleofe Finati Cerimonia, si tratta di linee sinuose ed incisive disegnano l’incanto di luoghi magici abitati ma mistiche creature. Fonte di vita e creatività, di virilità e rinnovamento lo scarabeo ci protegge e ci conduce in un magico labirinto tridimensionale costellato da fiori e da boccioli di rosa, simboli di amore innocente e giovinezza.
Il sogno diviene un luogo esoterico, quasi magico dove rifugiarsi. Lo scarabeo come fonte di vita ed eterna rinascita ci protegge e ci conduce in un Mondo ricco di contrasti dove la luce e il colore creano una profondità e dinamismo al disegno che fuoriesce dalla carta per divenire tessuto, per divenire alto rilievo abitato da magici insetti di un ricco giardino fiorito.
Come in un sogno, assistiamo alla metamorfosi di bottoni e bastone in veri e propri gioielli, è la sublimazione del disegno dello scarabeo che si insinua nelle galvaniche dorate, rifinite da smalti nella cromia verde acqua del plastron.
Innamoriamoci del gilet che propone una variante del broccato del capo spalla regalando al disegno un sorprendente effetto mosaico dettato dal colore, alternando filati giallo grano, verdi e acquamarina su raso grigio roccia. Leggiamo la poesia del plastron double che illumina il volto con toni verde acuqa, annodati da un profondo terra d’ombra, entrambe solcati da ricami giallo grano, verdi e acquamarina, mentre cintavita e bretella interrogano le stesse fantasie su fondali porpora. Osserviamo la brillantezza serica della camicia in raso di seta (51%) e cotone (49%) bianca esaltata dalle applicazioni su collo e polsi perfettamente abbinate ai mosaici verde acqua e del plastron e impreziosita da bottoni e gemelli gioiello.
Rifiniscono l’abito da sposo due fazzoletti da taschino, il primo enfatizza le applicazioni della giacca col suo raso grigio rock 100% seta abbinato al secondo sul quale scolpiremo la nostra rosa, in broccato grigio sorpeso da mosaici aranciati.
Osserviamo come le scarpe in pelle barolo e verde e riprendano l’incisività dei tessuti con il disegno a laser sulla punta della scarpa.
Rafforza il look da cerimonia con stile e carattere un cappello “litis” dai richiami militari realizzato nello stesso broccato porpora della cintavita.
Un abito di grande impatto, che reinventa con gusto e carattere i canoni di estetici della marsina classica per un look unico e sofisticato ad esclusiva firma Cleofe Finati Cerimonia.

E adesso l’intervista a Fausto Di Pino
– Età: 29
– Cosa vorresti cambiare di te? già cambiato ! da adolescente, volevo cambiare la mia altezza perche credevo gli altri fossero più alti.. eccomi qua, direi che sono cresciuto abbastanza !!
– Descriviti con 3 parole – mi sento molto sereno interiormente – felice della vita – testardo
– A chi ti ispiri? Steve Jobs
– Il tuo must have nel guardaroba? Cappotto nero
– Cosa ti fa innamorare? La sua capacità di sostenermi nelle decisioni
Guarda il Video di Fausto Di Pino sul Canale Youtube di Cleofe Finati

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Iscriviti
Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.
Non condividiamo i tuoi dati personali con nessuno.